Crea sito

Cronaca di Castelfrettese – Atletico Alma

 

CASTELFRETTESE: Coccia, Sorana R., Petrelli, Mosca, Principi Mat., Serafini, Sorana G. (47’ Quercetti), Rinaldi (18’ st Moschini), Principi Mar., Birarelli, Rolon (42’ st Lazzarini). A disp.: Cerioni, Bertotto, Pascali, Mariscoli. All. Giancamilli (squal.).
ATLETICO ALMA: Palazzi L., Donati, Tommassoli (20’ st Alessandrini), Valentini, Ciavaglia, Palazzi A., Cerisoli (5’ st Camilloni), Donini, Tassi, Paradisi (26’ st Carsetti), Giampaoli. A disp.: Matteagi, Gabbianelli, Ciano, Amatori. All. Baldarelli.
Arbitro: Nazzari di Ascoli Piceno.

Reti: 8’ pt Serafini, 7’ st (rig.) Tassi, 31’ st (rig.) Principi Marco, 49’ st Giampaoli.
Note: allontanato dalla panchina mister Baldarelli (29’ st); ammoniti Sorana R., Petrelli, Rinaldi, Rolon, Palazzi A. e Tassi. Angoli 2-12. Rec.: +2’, +4’. Spettatori: 100.

CASTELFERRETTI- Sul filo di lana l’Atletico Alma strappa un pareggio sul campo della Castelfrettese. Costretta a rincorrere per ben due volte il punteggio, la squadra di mister Baldarelli trova la giocata che vale il meritato pari proprio negli ultimissimi istanti del match. Disegnata con un centrocampo più robusto ed un’unica punta (Tassi) con Paradisi ad ispirare, la squadra fanese fa e disfa anche stavolta. Alla prima occasione ospite va sotto, recupera, viene ricacciata indietro da un’altra ingenuità, rimedia alla fine così da non storcere del tutto il naso anche stavolta.  Al 8’ il vantaggio dei padroni di casa che parte da un calcio franco assegnato dalla manica troppo larga del direttore di gara. Birarelli mette in area, incerta l’uscita alta di Palazzi, Serafini spizza e la palla termina in fondo al sacco. Lì per lì la reazione fanese produce un gruzzolo di innocui calci d’angolo. Al 17’ è pericoloso l’Atletico con il colpo di testa di Tassi che Coccia alza in angolo. Coccia si ripete parando a terra in due tempi al 20’ un tiro dal limite di Donini. Palazzi, estremo dell’ Atletico Alma, si riscatta in due occasioni (25’ e 30’) su due colpi di testa ravvicinati di Mosca prima e Gianmarco Sorana poi. Coccia si fa trovare pronto anche al 36’ sull’insidiosa punizione di Giampaoli.  Stessi schieramenti in avvio di ripresa e Castelfrettese che al 3’ sciupa la chance del bis. Rolon brucia Ciavaglia, ma non trova il varco per superare l’attento Palazzi. Al 7’ Paradisi trova il varco per servire la velocità di Tommassoli che prima della conclusione viene strattonato: rigore. Tassi dal dischetto è freddissimo: 1-1. Riportato in carreggiata il match è l’Atletico a forzare i tempi. Al 17’ il tiro di Paradisi, poco più tardi sostituito da Carsetti, viene deviato da un difensore in angolo. La Castelfrettese è insidiosa al 27’ con Moschini, Palazzi para in due tempi e al 28’, quando dopo un batti e ribatti in area, il pallone prima sbatte sul palo e poi viene allontanato da Ciavaglia. Al 30’ per i padroni di casa ancora oro colato dalle ingenuità della retroguardia fanese. L’arbitro ravvede un rigore su un tocco di mano di capitan Palazzi su un traversone quasi dalla linea di fondo. Marco Principi non fallisce e riporta avanti i biancorossi di casa. La vittoria per i padroni di casa, però, resta chiusa nel cassetto, perché l’Atletico ridisegnato col doppio terminale offensivo, dopo un colpo di testa di poco alto di Ciavaglia, trova il pari proprio in extremis. Giampaoli con un tiro a mezza altezza supera Coccia pochi secondi prima del triplice fischio finale.

SIMONE TALLEVI

No comments yet.

Lascia un Commento


*

Powered by AlterVista